Come trovare l’uomo giusto: ovvero come scartare l’uomo sbagliato

Di Panna Acida

Un amico un giorno mi disse che ogni donna, prima o poi, si immedesima in Bridget Jones. E’ uno step necessario. Prima o poi tutte noi ci sentiremo grasse, brutte, sfigate, senza uno straccio di uomo e piene di buoni propositi.

Succede poi che Bridget Jones si ritrova all’improvviso ad avere non un solo uomo, ma ben due, ed entrambi niente male. Perchè quando la fortuna torna a girare, va svelta, ti scaraventa addosso tutto, non rateizza, e tu devi afferrare più che puoi, ogni lasciata è persa, dura pochissimo, e in men che non si dica, tutto è tornato come prima.

Bridget sceglierà l’uomo giusto, perfetto, ideale, lei si sveglierà dall’incanto ed effettuerà una scelta saggia e razionale. Balle!

La donna non è in grado di scegliere tra il latin lover e l’affidabile avvocato con razionalità. E’ una questione di pura emotività.

Non avendo ovviamente una formula miracolosa che possa farvi trovare l’uomo della propria vita, preferisco condividere con voi un metodo, questa volta razionale, per riconoscere ed evitare l’uomo sbagliato!

Dunque, ogni donna nella propria vita incontra un certo numero di uomini. Sono tutti uguali? Assolutamente no. Sono raggruppabili e categorizzabili però.

L’uomo è un animale da branco e come tale assume i comportamenti degli altri membri del clan. Questo significa che tutta la popolazione maschile è scindibile in macro categorie:

– i George Clooney

E’ sicuramente il gruppo più adorato. Nessuna donna ne è immune. Affascinanti, galanti, i George Clooney hanno sempre un argomento interessante da porre, conoscono il bon ton e il galateo, ma soprattutto conoscono le donne. Sono gli unici esemplari che azzeccheranno il regalo giusto per te, sempre ben vestiti offriranno alla malcapitata un corteggiamento coi fiocchi, con tanto di fiori e cene in posti romantici ( in ristoranti consolidati dalla loro esperienza) in un crescendo di emozioni da soap opera. Se tutto questo fosse vero, il problema sarebbe risolto: tutte noi staremmo accanto all’uomo perfetto. E invece no! I George Clooney non sono addomesticabili! L’uomo di questa categoria non lo ingabbierete mai! L’esperienza che ha acquisito nella conoscenza dell’universo femminile gli ha fatto, giustamente, capire che esiste un  metodo infallibile per arrivare alle grazie di una donna, quindi, perchè accontentarsi di una, quando se ne possono avere molte di più? Non possiamo dargli torto. Ebbene l’unico modo per ingabbiarlo è sfruttare il suo tallone d’Achille: la vanità. L’uomo George Clooney è molto, molto, cosciente del proprio fascino, e rimarrebbe molto indispettito da una donna che non lo subisce (apparentemente). In amor vince chi fugge, dicevano le nostre mamme e nonne, e questo è il mantra che bisogna seguire nella caccia ad un uomo che è innamorato più della sua immagine riflessa che dell’altro sesso.

– I vampiri

Se pensate che i George Clooney saranno sicuramente la categoria più odiosa, leggete bene cosa significa avere a che fare con un vampiro.

L’uomo vampiro vive nell’ombra, si nutre di sangue, agisce subdolamente per attirare le proprie vittime. E’ un uomo che suscita un interesse iniziale, diverso da quello dei Clooney, più tenebroso, e pertanto viene sottovalutato. Il vampiro è intelligente, altrimenti non riuscirebbe a nutrirsi, e la sua arma preferita è: il plagio. All’apparenza normale, rivelerà la propria natura notturna piano piano. All’inizio gli appuntamenti notturni non vengono notati dalla donna, e così nemmeno il suo candore o la sua pelle fredda. La donna ignora ogni segnale. Poi il vampiro inizia a rivelarsi, con pochi indizi, segnali, cerca comprensione. La preda si sente lusingata, ma ancora ignora il pericolo. Poi il vampiro comincia a fare dei piccoli impercettibili prelievi di sangue. La sua frustrazione, depressione, che chiamerà animo tormentato, non sono altro, secondo lui, un problema derivante da qualcosa presente nella sua preda. La preda non capisce, ma è già tardi, è già cotta a puntino, comincerà pertanto a sentirsi inadeguata, inferiore rispetto alle doti esoteriche del suo nuovo compagno. Diventerà dipendente da lui, dal suo umore, dai suoi problemi. Ad un certo punto, la donna, non saprà più cosa significhi vivere alla luce del sole, e senza accorgersi che la notte è sempre più lunga.

– Gli artisti

L’uomo di questa categoria non è colui che semplicemente si dedica ad un qualche atto artistico.Questo uomo è convinto che tutto il mondo si esprima attraverso di lui! Con arte non s’intendono solo le discipline classiche quali la pittura, la scrittura e la musica, ma in essa si possono incorporare anche lo studio pedissequo di un qualche cosa,  i nerd, e tutte quelle passioni che diventano unica espressione del carattere del nostro uomo. O siete concordi nel pensare che il peso del mondo gravi effettivamente su di lui, e che lui debba costantemente dedicarsi a liberarsi di questo peso, oppure, piuttosto, trovatevi un hobby! Non c’è molto da dire. Questi uomini o piacciono oppure no, prendere o lasciare, ma se li prendete badate bene a verificare a intervalli regolari quanto essi siano più amanti della loro arte e del vostro riflesso, piuttosto che del vostro Io.

– Gli psicopatici

Una categoria davvero simpatica. Gli psicopatici si riconoscono da un semplice fatto: vi si attaccheranno come una zecca. Morbosi, appiccicosi, con negli occhi la disperazione di un vostro eventuale allontanamento, gli psicopatici sono l’archetipo dello stalker moderno. Se siete dubbiose sulle sue premurose attenzioni e vi sembra che il termine “stalker potenziale” possa essere un tantino esagerato, vi consiglio di osservare attentamente la vostra futura suocera. La suocera del nostro amico schizzato può essere di due tipi: la classica matrona, in grado di gestire perfettamente casa, figli, marito, feste a sorpresa, pranzi e cene succulenti per 80 persone ogni sera, dal carattere carismatico e lo sguardo intelligente; oppure può essere una donna timida, insicura, all’ombra del marito, una creatura fragile come un cristallo, sebbene sappia far valere i propri diritti di madre (questo soprattutto nei confronti della nuora). Se vi trovate di fronte ad una suocera Iron Woman, sappiate che il vostro futuro compagno avrà come riferimento di vita non un nobile padre, ma l’equivalente della Regina Elisabetta e il fatto che nella sua vita prevalga la parte femminile vi può già suggerire che c’è qualcosa che non va. Nel dubbio osservate il Principe Carlo e scappate.  I nostri nonni ci tramandano il detto di diffidar dell’acqua cheta, e questo monito è ben tener presente nel caso della suocera cristallina. La sua natura sibillina avrà instaurato nel figlio l’idea di protezione della creatura femminile sviluppando il famoso complesso di Edipo, del quale la mammina si bea velatamente e spera, dentro di sè, che il figlioletto non l’abbandoni mai. L’uomo che deriva da queste due megere è comunque un pazzo, accanto al quale sperimenterete la prigionia e l’inadeguatezza più completa. Meglio sole che male accompagnate, diceva sempre il mio caro nonno.

Ora, elencate le categorie a rischio, rimangono fuori tutti gli altri. Ebbene, care signorine, tutti questi sono degni di una giusta valutazione. L’uomo della vostra vita è là fuori che gironzola ignaro che voi, donne vissute, avete studiato bene l’universo maschile, avete stilato la lista dei pregi e dei difetti che il vostro uomo ideale deve avere, avete previsto il corteggiamento perfetto, comprese anche le tempistiche dei vari passaggi, e, alla fine…troverete comunque un uomo che non rispetterà niente di tutto ciò!!!

Perciò: Good Luck!

Articolo successivo
Lascia un commento

4 commenti

  1. pat

     /  21 luglio 2012

    mai descrizioni fu così vera! Sei forte!!!!!

    Rispondi
    • matteobarbiero

       /  21 luglio 2012

      Grazie pat del tuo commento, riferirò a Panna Acida. E ti posso dire che ce ne sono altri due già pronti. Secondo me è proprio brava. Che ne pensi?

      Rispondi
      • pat

         /  22 luglio 2012

        Ciao Matteo, penso che questa panna acida scrive molto bene. Secondo me potrebbe scrivere su qualche giornale, oppure lo fa già?. Continuate così. A presto

      • matteobarbiero

         /  17 febbraio 2015

        Ciao, grazie per i complimenti riporterò a una scrittrice di talento, ma pigra; è una cara amica che ha cominciato a scrivere solo perché le ho chiesto io di farlo… pensa te.

        Matteo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: