La riservatezza

La riservatezza è un modo di vivere il mondo.  Lo si lascia filtrare a poco a poco, ma si può essere riservati in molti modi e per molti motivi.

Ci sono i riservati di ritorno, chi ha chiuso la porta di casa dopo l’ennesima ferita. Terreno delicato e difficile da attraversare di nuovo.

Ci sono i riservati di principio, chi lascia entrare poco a poco dentro il giardino di casa. Di solito sono molto cauti, ci vuole pazienza, ma quando ti hanno aperto, da loro, puoi avere tutto ciò che vuoi.

Ci sono i finti riservati, fingono che non interessi, ma cospargono attorno a sé indizi, indicazioni di percorso in attesa che qualcuno raccolga tutto e possa venire all’incontro preparato.

E poi ci sono quelli che giocano, mostrano e raccontano. Chiedi e loro rispondono, anche su questioni intime.

Questi sono quelli che ti fanno entrare in casa e puoi fare festa in tutte le stanze. Quando te ne vai hai la sensazione di conoscere tutto di loro, pensi che siano davvero forti nell’essere così liberi, aperti e un po’ li invidi. Passati i giorni però, se sei sensibile, hai la netta sensazione di non aver visto nulla. Hai la sensazione che la stanza segreta, dove sta il cuore nero pulsante, tu non l’abbia nemmeno intravista in quella casa.

Ti hanno menato per il naso con tutti i loro frizzi e lazzi.

La riservatezza è custodire, non difendere, l’essenza di ognuno di noi. Sono due gesti differenti; difendere significa proteggere dalle ferite, dalle intemperie, tenere, quel cuore nero pulsante, sempre protetto, ma è un gesto soffocante. La nostra essenza ha bisogno di respirare, uscire e tornare.

Custodire significa prendersene cura senza pretese di salvare da ogni sbucciatura consapevoli che anche le ferite fanno parte del gioco.

Anche l’amore ha a che fare con la riservatezza; l’amore è la custodia che offriamo a chi ci ha fatto vedere la stanza segreta.

Articolo successivo
Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: