Quattro libri e un po’ di musica…#1

fullsizeoutput_791

Questa volta si faceva sul serio. Un pubblico che non ci conosceva e poco sapeva di quello che avrebbe vissuto durante la serata.

IMG_8472

Questa volta si faceva davvero sul serio perché ho pensato a un filo rosso impegnativo, alcuni dei libri raccontati sono davvero tosti.

Avevamo deciso anche un titolo:

“Solo bagaglio a mano e un pallone”.

Dalla nostra c’era il posto. La soffitta di un vecchio condominio vicino a Prato della Valle, una situazione che si chiama Buzz in the Attic cioè la possibilità di confronto in una serata in cui sono più importanti le persone, lo scambio di idee e le parole piuttosto che il mondo virtuale.  L’atmosfera è talmente coinvolgente, in questo vecchio palazzo, in cui tutti i condomini partecipano alla serata, hanno partecipato alla realizzazione e sistemazione del luogo perché diventasse accogliente per questa esperienza e sono lì ad accogliere sorridenti.

Un lavoro di identità, lavorato di cesello, ma che produce buoni frutti.

Noi abbiamo pensato di parlare di capitalismo e Sistema e raccontare, o far intravedere una via di libertà. Non di fuga, di libertà.

Nella serata abbiamo raccontato:

IMG_8492Elizabeth Street, Olive Kitteridge, Fazi e Francesco Maino, Cartongesso, Einaudi

e poi Calvino, Marcovaldo, Einaudi (cerco sempre le edizioni einaudi vista la storia di questo autore con la casa editrice, ma come sapete i diritti sono da molti anni di Mondadori e lo trovate tutto negli oscar) e Alessandro Baricco, I barbari, Feltrinelli

e poi la meravigliosa Lia Celi con il suo esilarante Corso di sopravvivenza per consumisti in crisi di Laterza e Will Ferguson, Felicità, Feltrinelli che ci racconta cosa succederebbe se uno dei famosi manuali di auto-aiuto funzionassero davvero.

il meraviglioso e purtroppo poco conosciuto Volponi, Le mosche del capitale, Einaudi. Libro terribile, ma illuminante.

e fino a qui abbiamo esplorato la scrittura della società, il suo racconto che a ben guardare potrebbe essere desolante.

Intermezzo: Hey Hey di Eric ClaptonIMG_8491

E giù verso la fine con leggerezza con Romagnoli, Solo bagaglio a mano, Feltrinelli. Un libro che vale la pena di portare con sé, anche se in viaggio e rileggere ogni tanto.

Una bussola della vita come James Hillman, Il codice dell’anima, Adelphi e poi due filastrocche del geniale Rodari in Filastrocche in cielo e in terra, in questa bella edizione con i disegni di Bruno Munari.

e Grammatica della fantasia sempre di Rodari. Libro liberatorio.

E poi le chiacchiere, i suggerimenti, i nuovi progetti e date. La parte più bella. Grazie.

A presto per un’altra data in via di programmazione… stay tuned (come dicono quelli bravi)

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: