Veronica

nuovo autoreDomani un nuovo autore, un nuovo giovane autore. Veronica è uno degli incontri belli di questo 2015. All’anagrafe ha solo 19 anni, ma se la conosci scopri che non è così. O almeno non del tutto.

Perché lei è una bambina di 6 anni con lo stesso senso di meraviglia e stupore dei bambini nei confronti del mondo; dall’altra lei è adulta, come se una parte fosse maturata in fretta, avesse bruciato la linfa giovane e fosse diventata tronco solido, fermo. Immobile alle intemperie della vita.

Questo suo sorprendente insieme di maturità e meraviglia è davvero un mistero.

Chi sono io per lei? Un incontro; un po’ zio senza parentela, un po’ professore senza cattedra.

Un giorno le ho chiesto, dopo lunghe e interminabili chiacchierate, “perché non scrivi?”

E Veronica ha cominciato. Con coraggio come sempre. Ecco cos’è quel sorprendente misto di stupore e maturità, si chiama coraggio.

Un coraggio intelligente curioso ma non folle.

Buona lettura.

Annunci

#inlettura

Un autore forse poco conosciuto ma che vale la pena incontrare.  

Stefano è tornato

provette, esperimentoConosco Stefano da almeno 35 anni. Ci siamo frequentati poco fisicamente perché lui non può muoversi. O come dice lui “Faccio movimenti diversi dai tuoi”. Si è sempre considerato diverso, ma non per questo migliore o peggiore. Stefano è una persona di cui non ho mai parlato con nessuno perché non c’era motivo. Solo una volta a un campo scout mi sono lasciato andare con un ragazzino molto più giovane di me, ma per fortuna non mi ha creduto perché Stefano non vuole, non ha bisogno di “movimento” attorno a lui.

Con lui ho discusso di come costruire le ali del drago al San Giorgio; con lui ho scritto molti dei giochi e storie che sono serviti durante i campi scout. Con lui ho costruito la Metrocomunità e con lui ho litigato su Colombo.

Per chi mi conosce un pochino può capire come questa persona abbia segnato i miei pensieri e la mia visione del mondo. Era da un po’ che non ci sentivamo perché con lui i tempi non sono quelli comuni.

Tornato, dice che ha letto il blog e mi ha insultato per non averlo coinvolto. Ma come posso coinvolgerti in un mondo che è tutta immagine, apparenza se poi incontrati è impossibile?

Stefano è una specie di materia oscura, c’è, in linea teorica, ma bisogna averne una prova empirica.

Allora nei panni di uno scienziato alla ricerca dell’esperimento corretto cercherò di dimostrarvi che Stefano esiste.

E lui ride.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: